_______________________________________

_______________________________________

23 dicembre 2016

BUONE FESTE DA TUTTA LA BMR BASKET 2000!!!


18 dicembre 2016

L'ULTIMA DEL 2016 E' DOLCE: SESTU KO AL PALAREGNANI

BMR BASKET 2000 SCANDIANO-ACCADEMIA SU STENTU SESTU 73-66
BASKET 2000 SCANDIANO: Malagutti 17, Salami 5, Ferrari, Farioli 8, Astolfi 3, Verbitchi ne, Veccia 10, Pugi 19, Germani 2, Chiappelli 9. All. Tinti.
PIRATES SESTU: Elia 16, Pilo 14, Trionfo 16, Villani 5, Laguzzi 9, Melis 2, Passaretti, Cabriolu 2, Vaccargiu ne, Varrone 2. All. Sassaro.
Arbitri: Lombardo di Trapani e Marzulli di Milano.
Note: parziali 21-21, 38-27, 58-46.


Torna a sorridere la Bmr Scandiano, che chiude la propria striscia negativa col successo pomeridiano contro i sardi dell’Accademia Su Stentu Sestu, fanalino di coda del torneo. Non una passeggiata, comunque, quella dei bianco-rosso-blu di coach Tinti, privi dell’infortunato Bertolini e con Astolfi e Germani reduci dall’influenza: dopo un primo quarto equilibrato, i padroni di casa alzano l’intensità difensiva e – concedendo solo sei punti agli avversari nel secondo parziale – piazzano un allungo deciso. Nella ripresa il vantaggio resta a lungo oltre la doppia cifra, con gli ospiti che si fanno sotto negli ultimi 10’, toccando il -5 con la tripla di Trionfo al 34’, che vale il 60-55. La Bmr, a differenza di quanto accaduto in altre occasioni, non si smarrisce e chiude i conti con la freddezza ai liberi. Da segnalare i 19 punti del solito Pugi, oltre ai 17 con 24 di valutazione di Malagutti, che porta in dote anche 6 rimbalzi e 5 assist; 17 la valutazione di Farioli, che agli 8 punti abbina altrettanti rimbalzi e 6 falli subiti. 

17 dicembre 2016

UNDER 14 ELITE: BASKET 2000-REGGIANA 49-74

BASKET 2000: Fontanelli 28 (9/19), Delbue 2 (1/5), Codeluppi 7 (3/6), Salvo 6 (2/10), Grisanti 4 (2/5), Bertani, Dorelli 2 (1/3), Cari Gallingani, Ziliani, Farinelli, Martino. All. Iotti.

Arbitro: Gabriele Ravenna di Correggio.

Note. Parziali: 14-16, 27-26, 37-46. Tiri liberi: Basket 2000, 13-26, Reggiana 20/30.

Non bastano 30' gagliardi ai 2003 per fermare la Reggiana. La fase offensiva, in pratica, è nelle mani, meglio nelle gambe di Davide, che segna canestri a ripetizione e carica di falli l'avversario di turno. In difesa Fede-Vitto-Andre costruiscono un muro difficile da superare. Ma... minuto dopo minuto cresce la stanchezza nei nostri 2003 e la lucidità viene via via a scemare. Reggiana produce un'intensità, grazie alle continue rotazioni, che noi non possiamo nemmeno avvicinare. La partita viene "indirizzata" grazie alle positive percussioni di Moscardini, che scava il break nel terzo quarto. Comunque rimangono 30', in particolare i primi 20', in cui i nostri ragazzi si sono battuti assolutamente alla pari contro una realtà decisamente superiore. La nostra non è stata la partita perfetta. Ci mancherebbe. Però, almeno per una volta, si vuol guardare al bicchiere mezzo pieno. Quindi i ragazzi di Mariella (sempre privi di Cillo e stavolta pure di Matteo) si meritano i giusti complimenti.

BMR, DOMANI L'ULTIMA DEL 2016: ALLE 15,30 AL PALAREGNANI C'E' SESTU

Rialzare la testa e ripartire. Perché non c’è tempo per leccarsi le ferite. La Bmr torna in campo doman i nel non consueto orario pomeridiano delle 15,30 per la sfida interna ai sardi del Sestu, tappa di primaria importanza nel cammino stagionale, per svariati motivi: in primis perché si tratta del match contro una diretta rivale per la corsa salvezza, che attualmente occupa l’ultima piazza della graduatoria insieme all’Argomm Iseo. In secondo luogo perché è l’ultima gara prima della sosta natalizia: e, direte voi, cosa c’entra? C’entra, eccome se c’entra. Avere davanti un periodo relativamente lungo di “riposo forzato” da gare ufficiali ed arrivarci con una vittoria, è un conto; con una sconfitta, invece, tutt’altro. Festeggiare il Natale con due punti in più in classifica sarebbe davvero un risultato importante, per lanciare un segnale forte dopo un periodo non certamente positivo. Già, il momento: cinque sconfitte consecutive non sono certamente un bilancio che fa piacere ai bianco-rosso-blu che, tuttavia, non possono mollare. La necessità è quella di tornare quanto prima a muovere la classifica, lanciando un segnale alle rivali: questa Bmr non si è spenta, ma vuole tornare presto protagonista, iniziando già da ora a costruire una seconda parte di campionato dove andrà a caccia del proprio traguardo, la salvezza.

Capitolo infermeria: non recupera Bertolini, frenato dall'infortunio al polpaccio che lo tiene ai box da tre gare; saranno regolarmente della contesa Astolfi e Germani, che in settimana non si sono allenati causa influenza.

L’AVVERSARIO
L’Accademia Su Stentu Sestu, come detto, occupa il posto di fanalino di coda della graduatoria. Il bilancio parla di due sole vittorie all’attivo per i sardi, vittoriosi di misura a Milano (67-66 all’Urania Basket) e, successivamente, 67-62 contro Iseo, con cui coabita in classifica. Il principale realizzatore del roster bianco-blu è Mirko Pilo, guardia classe 1988 che colleziona 11,9 punti di media a partita; raggiunge la doppia cifra anche l’ala Romeo Trionfo, classe 1985, che si ferma a 10. Sotto i tabelloni spazio ai 203 cm del 34enne oriundo Guillermo Nicolas Laguzzi, elemento da 9,7 punti e 7,6 rimbalzi ad allacciata di scarpe. Il playmaker della squadra è, invece, Mauro Graviano: per il classe 1989, oltre ai 6,5 punti, si segnalano 3 assist. Non manca di dare il proprio contributo l’espero Nicola Elia, che a 40 anni suonati realizza 9 punti per gara. Completano le rotazioni il tuttofare Fabio Villani, guardia classe 1987 da 4,9 punti, 2,2 assist e 1,8 recuperi, oltre ai lunghi Davide Varrone e Mauro Passaretti, entrambi a quota 3 punti di media.

IL PROGRAMMA DI GIORNATA (13^ di andata)
17/12/2016 20:30 Vivigas Alto Sebino-Pallacanestro Crema
17/12/2016 21:00 Bakery Piacenza-Broetto Virtus Padova
17/12/2016 21:00 Pallacanestro Aurora Desio-Hikkaduwa Milano
18/12/2016 15:30 Bmr Basket 2000 Scandiano-Accademia Su Stentu Sestu
18/12/2016 16:00 Tramarossa Pall. Vicenza 2012-Baltur Cento
18/12/2016 18:00 GIMAR Basket Lecco-Rekico Faenza
18/12/2016 18:00 Agribertocchi Orzinuovi-Argomm Basket Iseo
29/12/2016 20:30 Rucker Sanve San Vendemiano-CO.MARK Bergamo


Classifica: Agribertocchi Orzinuovi 20, CO.MARK Bergamo* 18, Bakery Piacenza 18, Baltur Cento 18, Rekico Faenza* 16, Pallacanestro Crema 16, GIMAR Basket Lecco 16, Pallacanestro Aurora Desio 12, Broetto Virtus Padova 12, Tramarossa Pall. Vicenza 2012 10, Bmr Basket 2000 Scandiano 8, Vivigas Alto Sebino 6, Hikkaduwa Milano 6, Rucker Sanve San Vendemiano 6, Argomm Basket Iseo 4, Accademia Su Stentu Sestu 4 (* una gara in meno)

11 dicembre 2016

UNDER 14 ELITE: VIGNOLA-BASKET 2000 58-68

BASKET 2000: Fontanelli 26 (11/15), Delbue 15, (5/7), Morano 4 (1/6), Codeluppi (0/2), Salvo 10 (4/11), Grisanti 10 (5/8), Dorelli (0/1), Bertani 2 (1/3), Farinelli, Cari Gallingani (0/2), Ziliani 1 (0/1), Martino. All. Iotti.

Arbitro: Tommaso Bonaudo di Modena.

Note. Parziali: 13-20, 28-30, 43-55. Tiri liberi: Vignola, 8/16-Basket 2000, 14/38.

Sofferta e meritata vittoria che consolida la classifica dei 2003 all'interno delle prime otto posizioni che daranno accesso ai play off. La svolta avviene nei primi 6' del tezo quarto, quando un break di  11 a 4 (32-41) mette al sicuro il risultato. Un terzo quarto da 25 punti dove Davide con 14 (Marco 4, Vittorio 4) la fa da padrone con 6/6 al tiro in azione e 2/2 dalla lunetta. Tanti ancora i margini di miglioramento individuali e di squadra (siamo ottimisti), in particolare nelle solite due cosette in cui dimostriamo una volta di più le nostre lacune.

Sabato 17, ore 15,30, penultima di andata. Alla 1° maggio arriverà la Reggiana con la quale si disputerà il classico derby stracittadino.

I 31 DI PUGI (CON 42 DI VALUTAZIONE) NON BASTANO AD ISEO

ARGOMM BASKET ISEO-BMR BASKET 2000 SCANDIANO 81-80
ISEO BASKET: Azzala 12, Leone 15, Aquaviva 19, Dell’Aira ne, Saresera 4, Prestini 16, Veronesi, Scuratti 4, Crescini 3, Giorgi 8. All. Mazzoli.
BASKET 2000 SCANDIANO: Malagutti 2, Salami ne, Ferrari ne, Farioli 11, Astolfi 3, Verbitchi ne, Veccia 18, Pugi 31, Germani 7, Chiappelli 8. All. Tinti.
Arbitri: Tarascio di Siracusa ed Arbace di Ragusa.
Note: parziali 17-29, 38-45, 59-65.


Niente da fare per la Bmr in terra bresciana. A festeggiare è il Basket Iseo, che corona nel finale una lunga rimonta. Alla squadra di Tinti, priva dell’infortunato Bertolini, non bastano i 31 punti di Federico Pugi, in doppia doppia con 12 rimbalzi per un incredibile 42 di valutazione. Dopo essersi portata in doppia cifra di vantaggio ad inizio quarti periodo, gli scandianesi vengono rimontati dagli avversari, che nel finale toccano il +4 e rendono vana la bomba di Chiappelli per il definitivo 81-80 a poco più di 1’ dal termine. Prossimo impegno domenica prossima alle 15,30 contro Sestu. 

9 dicembre 2016

BMR SUBITO IN CAMPO: DOMANI (ORE 21) SI VA AD ISEO

Nemmeno il tempo di leccarsi le ferite, dopo il ko interno dell’8 dicembre contro Padova, che per la Bmr è già tempo di tornare in campo. Domani alle 21, infatti, la squadra di coach Tinti viaggia alla volta della provincia bresciana, dove affronterà l’Argomm Basket Iseo.

Una sfida importante contro una diretta rivale per la lotta salvezza, che attualmente occupa l’ultimo posto della graduatoria con una sola vittoria all’attivo: l’obiettivo dei bianco-rosso-blu è quello di ritrovare un successo che manca da quattro gare, ritrovando così morale e punti in graduatoria. Sarà ancora ai box Bertolini (lesione al gemello interno del polpaccio), che potrebbe rientrare la prossima settimana dopo tre turni di stop.

Gli arbitri sono Tarascio di Siracusa ed Arbace di Ragusa.

L’AVVERSARIO
Iseo, come detto, ha vinto un solo match in stagione, alla quinta giornata contro Vicenza e nell’ultimo turno ha subito un pesante ko per mano di Piacenza (100-55). Il giocatore più prolifico è Andrea Leone, play classe 1994 che colleziona 12,5 punti e 4,8 assist di media; attenzione anche al 2 metri Gianluigi Prestini, classe 1989, che mette insieme 11,2 punti e ben 8,1 rimbalzi. Completano il pacchetto esterni l’esperta guardia Alessandro Acquaviva (8) ed il pari ruolo Marco Azzola (8,9); sotto i tabelloni, invece, c’è anche il classe 1995 Gianluca Giorgi (8).

IL PROGRAMMA DI GIORNATA (12^ di andata)
10/12/2016 20:30 Rucker Sanve San Vendemiano-Pallacanestro Aurora Desio
10/12/2016 20:45 Hikkaduwa Milano-Tramarossa Pall. Vicenza 2012
10/12/2016 21:00 Argomm Basket Iseo-Bmr Basket 2000 Scandiano
11/12/2016 15:30 Accademia Su Stentu Sestu-GIMAR Basket Lecco
11/12/2016 18:00 Baltur Cento-Bakery Piacenza
11/12/2016 18:00 Pallacanestro Crema-Agribertocchi Orzinuovi
11/12/2016 18:00 Broetto Virtus Padova-Vivigas Alto Sebino
21/12/2016 21:00 CO.MARK Bergamo-Rekico Faenza


Classifica: Bakery Piacenza 18, Agribertocchi Orzinuovi 18, CO.MARK Bergamo 18, Baltur Cento 16, Rekico Faenza 16, Pallacanestro Crema 16, GIMAR Basket Lecco 14, Broetto Virtus Padova 10, Aurora Desio 10, Tramarossa Pall. Vicenza 2012 8, Bmr Basket 2000 Scandiano 8, Vivigas Alto Sebino 6, Hikkaduwa Milano 6, Rucker Sanve San Vendemiano 6, Accademia Su Stentu Sestu 4, Argomm Basket Iseo 2.

8 dicembre 2016

LA BMR SI ILLUDE: RIENTRA DA -20 A -5, MA NEL QUARTO PERIODO CEDE ALLA VIRTUS BROETTO PADOVA

BMR BASKET 2000 SCANDIANO-VIRTUS BROETTO PADOVA 62-82
BASKET 2000 SCANDIANO: Malagutti 7, Salami, Ferrari, Farioli 4, Astolfi 1, Verbitchi ne, Veccia 9, Pugi 13, Germani 7, Chiappelli 21. All. Tinti.
VIRTUS PADOVA: Schiavon 13, Canelo 11, Clark, Ferrara 2, Lazzaro 17, Nobile 10, Salvato 11, Cusinato, Crosato 4, Stojkov 14. All. Friso.
Arbitri: Giancecchi di San Marino e Meloni di Parma.
Note: parziali 10-21, 24-42, 48-57.


Non c’è gloria per la Bmr nel match casalingo con Padova. Dopo un primo tempo negativo, Astolfi e compagni reagiscono e rientrano dal -18 al -5, per poi cedere nuovamente nel quarto periodo. L’avvio di gara vede i padroni di casa travolti dalla formazione ospite, che toccano anche le 20 lunghezze di vantaggio, trascinati dall’italo-serbo Stojkov (8 punti al 20’) e da un Nobile praticamente perfetto sotto le plance (6 punti con 3/3 al tiro, 5/5 con 8 rimbalzi e 18 di valutazione alla fine); dall’altra parte segnano praticamente solo Pugi e Chiappelli, autori di 18 dei 24 punti locali alla pausa lunga, con l’1/4 dalla lunga distanza che pesa parecchio se confrontato col 6/14 avversario. Nella ripresa la Bmr parte col piede sull’accelleratore ed al 25’ Germani firma il -10 sul 37-47. Nel finale di terzo quarto Malagutti si sblocca da 3 e Chiappelli riapre i giochi coi due liberi che valgono il 45-50, anche se la bomba di Salvato manda le due formazioni all’ultimo quarto sul +9 per la squadra che viaggia. Padova allunga di nuovo in avvio di quarto periodo, con Stojkov che piazza la bomba del nuovo +20 sul 52-72, chiudendo definitivamente i giochi. Domani (sabato) alle 21 si subito in campo: per i bianco-rosso-blu è in programma la trasferta bresciana sul campo di Iseo.

7 dicembre 2016

8 DICEMBRE IN CAMPO PER LA BMR: DOMANI ALLE 18 SFIDA INTERNA ALLA VIRTUS BROETTO PADOVA

Mezzo pieno o mezzo vuoto? Dopo tre sconfitte di fila verrebbe da pensare alla seconda ipotesi. Due ko arrivati al supplementare, quelli con Urania Milano e Pallacanestro Crema, più un’altra rimediata negli ultimi minuti contro una Gimar Lecco ancora imbattuta davanti al pubblico amico, potrebbero suonare come una delusione cocente. E, con ogni probabilità, lo è: perchè perdere, nello sport, non è mai divertente e perché sicuramente, con un paio di successi in più, la classifica avrebbe tutt’altro volto. Però, pensandoci bene, qualche aspetto che permette di vedere la luce non manca, considerando per una volta anche l’aspetto del “mezzo pieno”: la Bmr ha carattere, attributi e può giocarsela con tutti. Ribadiamo, a conti fatti in tasca non c’è nulla (intendendo punti utili per la graduatoria), ma la consapevolezza di essere assolutamente all’altezza di questo torneo, quella va considerata e sottolineata. Non porta frutti nell’immediato? Forse sì, ma nel lungo periodo non mancherà di rendere con i dovuti interessi. Contro Padova, che arriva domani (ore 18) al PalaRegnani, servirà però una partita di alta intensità: i veneti vengono sì da 6 sconfitte di fila, che hanno vanificato un ottimo avvio (4/4), ma venderanno cara la pelle per ritrovare i due punti e rilanciarsi in classifica.

L’AVVERSARIO

E’ Marco Lazzaro il pericolo numero uno per la difesa scandianese: ala/centro classe 1992, il lungo veneto è il miglior realizzatore dei suoi con 17,4 punti per gara, cui abbina 5,1 rimbalzi. Sugli esterni, invece, agisce il dominicano Juan Carlos Canelo, scuola Virtus Bologna: il numero 6 della formazione di coach Massimo Friso è una guardia da 14,5 punti ad apparizione. Sfiora la doppia cifra l’esperto centro Claudio Nobile, classe 1985 e 206 cm d’altezza: per lui, in 9 gare, si parla di 9,1 punti e 6,7 rimbalzi. A completare le rotazioni figurano le ali Federico Schiavon, classe 1986, ed Enrico Crosato, classe 1985: entrambi realizzano poco più di 7’ ad allacciata di scarpe. A 7,2 si ferma, invece, la guardia Gabriele Salvato, classe 1990. In cabina di regia c’è Stevan Stojkov, che proprio con Canelo fece coppia ai tempi della Virtus debuttando sia in serie A che in Eurolega: l’italo-serbo, in quasi 20’ sul parquet, porta in dote 5 punti.

4 dicembre 2016

SERIE B, LA BMR RIMANE IN PARTITA FINO ALLA FINE, MA LA GIMAR VINCE ALLO SPRINT

GIMAR BASKET LECCO-BMR BASKET 2000 SCANDIANO 81-70
BASKET LECCO: Fumagalli, Peroni 20, Todeschini 17, Brambilla 2, Siberna 9, Balanzoni 14, Urbani 11, Piva 2, Quartieri 4, Spera 2. All. Meneguzzo.
BASKET 2000 SCANDIANO: Malagutti 10, Salami ne, Ferrari ne, Farioli 15, Astolfi 3, Verbitchi ne, Veccia 10, Pugi 16, Germani 5, Chiappelli 11. All. Tinti.
Arbitri: Barbiero di Milano e Corbari di Cremona.
Note: parziali 23-16, 39-37, 58-54. Usciti per falli Chiappelli e Spera.

La Bmr - priva di Bertolini - si ferma sul più bello ma, nonostante il ko, sfiora un’impresa mai riuscita a nessuno in questa stagione, giocando alla pari fino a 2’ dalla fine sul parquet della Gimar Basket Lecco, ancora imbattuta davanti al pubblico amico in stagione. Non bastano i 15 punti di Farioli (con 3/4 dal campo, 9/11 ai liberi, 7 falli subiti e 21 di valutazione), uno dei 5 ospiti in doppia cifra.

L’avvio è tutto “made in Pugi”, che segna i primi 8 punti degli ospiti e tiene avanti i suoi; la reazione di Lecco, però, fa male agli scandianesi, che si ritrovano sotto di 7 lunghezze (17-10) e costringono la panchina al timeout. Dopo il 23-16 di fine primo quarto, Chiappelli riporta i suoi a -5, ma i padroni di casa allungano ancora e toccano il +12 sul 30-18. Germani (gioco da 3 punti) e Farioli firmano uno 0-5 che un toccasana per la Bmr, poi abile a rientrare in scia nel finale del primo tempo, quando le due bombe consecutive di Malagutti e capitan Astolfi valgono il 39-37 con cui si va negli spogliatoi.

L’inizio di ripresa vede gli ospiti fare ancora male dall’arco dei 6,75: Chiappelli firma il vantaggio esterno sul 39-40, ma Peroni replica per il 42-40. Lecco mantiene sempre il comando ma non riesce ad “uccidere” la gara, con la Bmr che resta in scia. Purtroppo Tinti perde Chiappelli per raggiunto limite di falli, ma i suoi tornano a segnare con Pugi, a secco per tutto il terzo quarto dopo i 10 del primo tempo, che firma il 63-61. La Bmr fallisce due liberi chiave e viene punita da Peroni, che con un gioco da tre punti fa entrare Lecco negli ultimi 3’ di gioco sopra di 7: è Todeschini, con la bomba del 76-68, a far scorrere i titoli di coda alla contesa, quando alla sirena manca poco meno di un minuto e mezzo.


Giovedì 8 dicembre si torna al PalaRegnani per la sfida interna con la Virtus Broetto Padova: palla a due alle ore 18. 

3 dicembre 2016

UNDER 14 ELITE: BASKET 2000-FORTITUDO BO 87-75

BASKET 2000: Fontanelli 21 (6/10), Delbue 13 (3/6), Morano 13 (4/7), Salvo 26 (8/12), Grisanti 9 (4/7), Bertani 4 (1/8), Farinelli 1, Dorelli (0/2), Ziliani (0/1), Cari Gallingani, Martino ne. All. Iotti.

Arbitro: Giovanni Montanari di Reggio Emilia.

Note. Parziali: 31-13, 49-27, 68-56. Tiri liberi: Basket 2000, 35/54-Fortitudo 15/43.

 Ritrovano il sorriso i 2003, dopo tre ko consecutivi. Partita strana da decifrare. I ragazzi  di Mariella arrivano anche sul + 25 (44-19), ma non danno mai la sensazione di averla chiusa. Il merito sta anche negli avversari che rientrano dalla pausa lunga con un'altra faccia. Il 2/24 maturato dalla linea della carità fin lì, è solo un brutto ricordo. I fortitudini alzano l'intensità difensiva e con essa pure le mani. Noi siamo in difficoltà. Davide ha problemi di falli, così come Marco e Matteo. Quest'ultimo a metà terzo quarto, nel suo momento migliore, abbandona la gara, causa crampi.Vittorio è un vero e proprio gladiatore, padrone dell'area. Davide prima di uscire per 5 falli argina la rimonta avversaria grazie al frutto delle sue tipiche incursioni. Federico si ritrova nel finale con preziosissimi punti e rimbalzi, Riccardo fatica, ma non cede di un centimetro. Marco così come aveva aperto l'incontro con due liberi, lo chiude con una penetrazione. Importanti minuti per Diego e soprattutto per Daniele, per far respirare un poco i compagni. Zillo entra alla fine così come Tommi che si fa apprezzare per un rimbalzo difensivo. Cillo, ancora una volta è "solo" sugli spalti a tifare, mentre Andrea è a letto con l'influenza.

Da menzionare il fatto che ad un certo punto ai liberi si era sul 18/21 con striscia di 13/13. Gli allenamenti a tal riguardo, si vede, stanno dando il loro frutto, come speriamo possa avvenire nell'immediato futuro per le rimesse. Ad essere pignoli, però, dopo il 18/21 ai liberi, ha fatto seguito un 17/33 nella parte conclusiva del match. 

Incontro iniziato puntualmente alle 17.30 e terminato alle 19.35!!! 

BMR, TRASFERTA DOMENICALE A LECCO

Trasferta impegnativa per la Bmr Basket 2000 Scandiano, chiamata ad ottenere un risultato che nessuna avversaria è finora riuscita a raggiungere: gli uomini di coach Tinti, infatti, tenteranno l’impresa di sbancare Lecco, al cospetto di una Gimar che nelle prime cinque apparizioni interne stagionali ha ottenuto altrettanti successi. Non un compito agevole, ma gli scandianesi hanno dalla loro la determinazione e la voglia di giocarsela con tutte le rivali, lasciando alle spalle l’amarezza per il duplice ko al supplementare rimediato nelle scorse settimane con Milano e Crema. Il campionato, dopo un inizio abbastanza equilibrato, sta lentamente delineando i valori in gioco: le prime sette della classe stanno cercando la fuga e, con ogni probabilità, si giocheranno il discorso promozione; dietro è bagarre, con la Bmr chiamata a districarsi in una situazione ancora non chiara e ad affrontare ogni sfida come se fosse una finale. Si gioca domani pomeriggio, palla a due alle ore 18.

L’AVVERSARIO
Sono molteplici le frecce nell’arco dei padroni di casa. Si parte con la prestanza sottocanestro, in particolare quella di Jacopo Balanzoni: il centro, classe 1993, svetta dall’alto dei suoi 204 cm ed è il miglior realizzatore della squadra con 11,7 punti, cui abbina 7,7 rimbalzi. Sotto i tabelloni c’è anche il coetaneo Gaetano Spera, ala/centro di 210 cm, che si ferma a 9,3 punti in attacco, abbinando 7 rimbalzi. Il reparto piccoli, invece, ha nella guardia Daniele Quartieri (10,9 punti) il terminale preferito; la sua mano viene armata dal playmaker Davide Todeschini (10,3 punti e 4,4 assist), oltre a quella del pariruolo Carlo Fumagalli, classe 1996, che realizza 7,7 punti in 15’ di impiego. A completare le rotazioni sono Giacomo Siberna, guardia/ala classe 1996, e Michele Peroni, guardia classe 1994: entrambi sfiorano la doppia cifra pur restano sul parquet 20’ circa di media.

IL PROGRAMMA DI GIORNATA (10^ di andata)
03/12/2016 20:00 Rucker Sanve San Vendemiano-Accademia Su Stentu Sestu
03/12/2016 20:30 Tramarossa Pall. Vicenza 2012-Vivigas Alto Sebino
03/12/2016 20:45 Hikkaduwa Milano-Bakery Piacenza
03/12/2016 21:00 Argomm Basket Iseo-Pallacanestro Aurora Desio
04/12/2016 18:00 GIMAR Basket Lecco-Bmr Basket 2000 Scandiano
04/12/2016 18:00 Broetto Virtus Padova-Agribertocchi Orzinuovi
04/12/2016 18:00 Baltur Cento-Rekico Faenza
04/12/2016 18:00 CO.MARK Bergamo-Pallacanestro Crema  


Classifica: Bakery Piacenza 14, Baltur Cento 14, CO.MARK Bergamo 14, Agribertocchi Orzinuovi 14, Pallacanestro Crema 14, GIMAR Basket Lecco 12, Rekico Faenza 12, Broetto Virtus Padova 8, Bmr Basket 2000 Scandiano 8, Aurora Desio 6, Tramarossa Pall. Vicenza 2012 6, Vivigas Alto Sebino 6, Hikkaduwa Milano 6, Rucker Sanve San Vendemiano 4, Accademia Su Stentu Sestu 4, Argomm Basket Iseo 2.

28 novembre 2016

UNDER 14 ELITE: VIRTUS BOLOGNA-BASKET 2000 79-54

BASKET 2000: Fontanelli 19 (8/19), Delbue 10 (3/6), Morano 2 (1/5), Salvo 7 (2/4), Codeluppi 9 (4/10), Grisanti 2 (1/5), Bertani 4 (2/5), Dorelli 1 (0/1), Cari Gallingani (0/1), Ziliani (0/1), Martino. All. Iotti.

Arbitri: Valentino Emanuele Ragone-Demetra Rossi di Bologna.

Note. Parziali: 26-13, 47-28, 60-44. Tiri Liberi: Virtus, 9/14-Basket 2000, 11-22.

Bravi, ragazzi del 2003. D'accordo, le V nere non hanno i grandi calibri (Barbieri-Ruffini). Noi non abbiamo Farinelli, Cillo e Morano si fa male al dito della mano sx ad inizio secondo quarto e non rientra più. Di palle perse, molte, non ne parliamo più di tanto. Dopo 7' di gioco si è sul 20-4, dopo 32' il punteggio è 62-48. Poi per una serie di concause si arriva al finale di 79-54. Un bravo a Davide che riesce a tirare 19 volte, cosa non semplice, il solo provarci, contro l'ottima difesa dei padroni di casa. Si esce a testa alta in una delle culle del basket giovanile italiano, ovvero alla Palestra Porelli.

27 novembre 2016

ANCORA UN OVERTIME FATALE: CREMA PASSA AL PALAREGNANI

BMR BASKET 2000 SCANDIANO-PALLACANESTRO CREMA 62-69 dts
BASKET 2000 SCANDIANO: Malagutti 6, Salami ne, Ferrari ne, Bertolini 14, Farioli 4, Astolfi, Veccia 10, Pugi 18, Germani 3, Chiappelli 7. All. Tinti.
PALLACANESTRO CREMA: Nicoletti ne, Liberati 15, Del Sorbo 9, Pasqulin 10, Petronio, Manuelli 17, De Min 5, Bozzetto 9, Tardito 4, Bovo. All. Baldiraghi.
Arbitri: Balducci e Zancolò di Pordenone.
Note: parziali 15-10, 25-29, 42-44, 57-57. Usciti per falli Chiappelli, Farioli e Malagutti.

La Bmr colleziona la seconda sconfitta interna stagionale, cadendo solo al supplementare di fronte alla capolista Crema. Non bastano la solita doppia doppia di Pugi (18 punti e 12 rimbalzi, per un ottimo 27 di valutazione) e tanto cuore.

Dopo un inizio equilibrato, dove le squadre faticano a trovare la via del canestro, la Bmr si porta avanti nel punteggio e chiude il primo quarto sul 15-10. Al ritorno in campo per il secondo quarto, tuttavia, sono gli ospiti a piazzare un parziale che fa male, quello che dal 19-16 per i padroni di casa porta la contesa sul 19-28, con merito principale equamente distribuito tra Liberati e Pasqualin. La squadra di Tinti fatica a trovare la via del canestro (1/6 dalla lunga distanza al 20’) ma, dopo essersi trovata anche a -9, va negli spogliatoi con 4 lunghezze da recuperare. A metà gara il top scorer locale è Pugi (8 punti, con 6 rimbalzi e 12 di valutazione) seguito da Veccia (7).


Nella ripresa Crema tocca il +11 sul 31-42 e la Bmr è costretta a ricucire per rientrare (lo fanno Malagutti e Pugi per un parziale di 4-0 che è un toccasana), ma riesce nel suo intento arrivando fino al 42-44 di fine terzo quarto, siglato dalla lunetta da Chiappelli. L’aggancio, a quota 44, arriva ad inizio ultimo periodo con Bertolini che, dopo quasi 30’ senza segnare, impatta le sorti dell’incontro. Inizia così una battaglia punto a punto che si trascina fino a fine incontro: sul 55-56, a 20” dalla fine, Pasqualin fa 1/2 dalla lunetta, poi è Bertolini a fissare nuovamente la parità sul 57-57 a 14” dalla sirena. All’overtime, però, la Bmr arriva stanca e priva di tre giocatori per falli: Crema ne approfitta e si impone 62-69. 

26 novembre 2016

BMR, DOMANI SFIDA INTERNA A CREMA (ORE 18)

Senza paura al cospetto della capolista. Se c’è una lezione che si può imparare dopo nove giornate del campionato di serie B è che non ci sono risultati scontati: lo dimostra il sovraffollamento che c’è in vetta, con ben cinque formazioni appaiate a quota 12; lo dimostra, nel suo piccolo, la bruciante sconfitta di Milano, che la Bmr ha dapprima vinto (fino a 15” dalla fine), poi perso (durante il primo overtime), poi ripreso ed, infine, nuovamente perso. Non c’è nulla di scontato, dicevamo: per cui anche la sfida ad una delle battistrada, quella ad una Pallacanestro Crema data in grande ascesa di condizione, può essere giocata alla pari, senza timori. Certo, occorrerà capitalizzare al 100% le occasioni che capiteranno e sarà fondamentale gestire al meglio i momenti chiave della partita, lavorando duro nella metà campo difensiva, per poi sprigionare tutta l’energia in contropiede. E, non dimenticate, se volete potete giocarvi questi numeri al Lotto: 50, 51, 48 e 62. Sono i punti realizzati dagli avversari nelle quattro vittorie stagionale di Astolfi&C., a dimostrazione di come l’applicazione difensiva, per una neopromossa, sia una virtù da coltivare quotidianamente, tanto in allenamento quanto in partita. Solo così, infatti, questa squadra riuscirà a tagliare il traguardo tanto ambito, ovvero la salvezza. Si gioca domani al PalaRegnani: palla a due alle 18.

L’AVVERSARIO
La Pallacanestro Crema si presenta in terra reggiana forte di quattro vittorie consecutive, che l’hanno portata ai piani alti della graduatoria – in un’affollatissima prima piazza che coinvolge ben 5 squadre - e ne fanno una delle squadre più in forma del momento. In trasferta sono tre i successi di fila, contro Iseo, Sestu ed Aurora Desio. I pericoli maggiori per la Tinti band vengono da Davide Liberati, play/guardia classe 1992, che è l’atleta più prolifico a disposizione del quintetto cremasco con 14,6 punti all’attivo, cui abbina quasi 3 assist ad allacciata di scarpe. Sotto canestro spiccano l’esperienza ed i 203 cm di Thomas De Min, classe 1984, ala grande da 11,9 punti e 6,3 rimbalzi di media. In cabina di regia spazio al 1997 Matteo Pasqualin (9,9 punti e 2,3 assist in 26’ di impiego), mentre a 8 si ferma la guardia Pietro Del Sorbo, classe 1985; a completare il pacchetto esterni, poi, sono Daniele Manuelli, play/guardia classe 1994 da 6,8 punti per gara, e l’ala Alessandro Petronio (3,6). Nell’area pitturata, infine, agisce il classe 1987 Davide Bozzetto, 207 cm d’altezza, che colleziona 6,5 punti e 9,3 rimbalzi; accanto a lui Luca Tardito, classe 1989, che mette a segno 5 punti in 15’ di impiego.

IL PROGRAMMA DI GIORNATA (9^ di andata)
26/11/2016 15:00 Accademia Su Stentu Sestu-CO.MARK Bergamo
26/11/2016 20:30 Vivigas Alto Sebino-Hikkaduwa Milano
26/11/2016 21:00 Bakery Piacenza-Rucker Sanve San Vendemiano
26/11/2016 21:00 Pallacanestro Aurora Desio-Baltur Cento
27/11/2016 18:00 Bmr Basket 2000 Scandiano-Pallacanestro Crema
27/11/2016 18:00 GIMAR Basket Lecco-Broetto Virtus Padova
27/11/2016 18:00 Rekico Faenza-Argomm Basket Iseo
27/11/2016 18:00 Agribertocchi Orzinuovi-Tramarossa Pall. Vicenza 2012


Classifica: Baltur Cento 12, Bakery Piacenza 12, Agribertocchi Orzinuovi 12, CO.MARK Bergamo 12, Pallacanestro Crema 12, Rekico Faenza 10, GIMAR Basket Lecco 10, Broetto Virtus Padova 8, Bmr Basket 2000 Scandiano 8, Aurora Desio 6, Tramarossa Pall. Vicenza 2012 6, Hikkaduwa Milano 6, Rucker Sanve San Vendemiano 4, Vivigas Alto Sebino 4, Accademia Su Stentu Sestu 4, Argomm Basket Iseo 2.

25 novembre 2016

UN RINGRAZIAMENTO AL BASKET 2000 DA UNA PERSONA SPECIALE

Riceviamo e pubblichiamo da Paolo, custode della palestra di via I Maggio:

"Paolo e le figlie ringraziano la società Basket 2000, i dirigenti, gli allenatori ed i giocatori per aver condiviso con affetto e partecipazione il dolore per la scomparsa della moglie e madre".

A Paolo e alle figlie, la famiglia Basket 2000 rivolge nuovamente un forte abbraccio.

2° TORNEO IESS CUP UNDER 14




1) Basket 2000-1^Classificata
2) Matteo Morano (Basket 2000) Mvp, insieme a Davide Caiti (Basket 2000) Mvp dell'anno scorso
3) Marco Delbue, capitano Basket 2000, con Amedeo Della Valle e Derek Needham
4) Foto del gruppo ( Basket 2000, Us Reggio, La Torre, Arbor).

20 novembre 2016

UNDER 14 ELITE: Basket 2000-Cus Parma 51-53

BASKET 2000: Fontanelli 10 (2/5), Dorelli, Farinelli 2 (0/1), Delbue 8 (2/7), Cari Gallingani ne, Morano 2 (0/10), Martino ne, Salvo 18 (7/12), Codeluppi 4 (1/6), Grisanti 5 (2/4), Bertani 2 (1/2). All. Gazza.

Arbitro: Alessandro Giovanoli di Rolo (Re).

Note. Parziali: 16-14, 27-27, 39-42. Tiri liberi: Basket 2000, 20/52 (Fontanelli 6/12-Farinelli 2/2, Delbue 4/10- Morano 2/6- Salvo 3/9-Codeluppi 2/5-Grisanti 1/8)- Cus Pr, 11/30.

Si perde di due punti in malo modo. L'elite è diversa dal campionato regionale e ce ne stiamo rendendo conto. Di questo match si possono dire tante cose, comunque rimarrebbero soltanto opinioni. Di oggettivo resta il fatto che sbagliare 32 tiri liberi di cui 12 nell'ultimo quarto, beh...quei 50 presenti alla gara avranno tutti giustamente la loro idea di come sono andate le cose sul campo, ma......i 32 errori (in qualche caso orrori) dalla linea della carità, rimarranno.

Il prossimo impegno vedrà i 2003 impegnati in casa della Virtus Bologna, lunedì 28/11 alle 18.45.

19 novembre 2016

BMR SCONFITTA DOPO DUE OVERTIME A MILANO

HIKKADUWA MILANO-BMR BASKET 2000 SCANDIANO 98-95 d2ts
URANIA BASKET MILANO: Ferrarese 14, Laganà 5, Restelli, Paleari 19, Spinetto, Bartoli 16, Lazarov ne, Gorla, Ingrosso 20, Tortù 24. All. Montefusco.
BASKET 2000 SCANDIANO: Malagutti 17, Salami, Ferrari, Bertolini 22, Farioli 2, Astolfi 6, Veccia 2, Pugi 31, Germani 2, Chiappelli 13. All. Tinti.
Arbitri: Gallo di Padova e Giordano di Caltanisetta.
Note: parziali 22-19, 36-40, 47-54, 72-72, 83-83. Uscito per falli Malagutti. 

Sconfitta al supplementare per la Bmr a Milano, dove i padroni di casa dell'Hikkaduwa riescono a riaprire nel finale dei tempi regolamentari una gara che sembrava indirizzata verso gli uomini di Tinti, prima di imporsi al secondo overtime. Non bastano un Pugi da 31 punti e 26 di valutazione, un Bertolini da 22, 6 assist, 7 falli subiti e 26 di valutazione, oltre ai 17 punti di Malagutti ed alla doppia doppia di Chiappelli (13 punti + 10 rimbalzi).
Sotto alla fine del primo quarto di 3 lunghezze, la squadra reggiana si rifà nel secondo con un parziale di 11-2, che la porta al comando delle operazioni. Milano, ovviamente, non sta a guardare, ma Pugi (11 punti alla pausa) e Chiappelli (9 + 6 rimbalzi) fanno la voce grossa e mandano gli ospiti negli spogliatoi sul 36-40. Nella ripresa la Bmr conduce fino a 3’ dal termine, quando viene raggiunta sul 61 pari da due liberi di Ferrarese, prima della replica immediata di Malagutti dalla lunga distanza. Tortù impatta nuovamente a quota 64, poi è Bertolini a firmare il canestro con cui si entra nell'ultimo minuto; Pugi fa 1/2 dalla lunetta (64-67) e Paleari replica da centro area a 34" dalla fine, realizzando poi il canestro del pareggio sul libero supplementare concesso per fallo di Malagutti. A 15" dalla fine Pugi, da tre, suggella dall'arco una prestazione da assoluto MVP. Ma le emozioni non sono ancora finite, perchè Ferrarese va in lunetta sul 69-72, segna il primo libero, fallisce il secondo ma prende il rimbalzo ed impatta nuovamente le sorti del match.
Si va così all'overtime, dove la Bmr si ritrova sotto di 3 ad 1' dalla fine (82-79); a firmare la nuova parità, a 6" dalla sirena, è Bertolini (2/2 dalla lunetta), che manda le squadre al secondo supplementare. A questo punto, però, Milano prende saldamente il controllo e chiude i conti, nonostante un ultimo tentativo in extremis di rimonta dei bianco-rosso-blu. 

DAL BASKET 2000 UN FORTE ABBRACCIO A PAOLO

Il Basket 2000 abbraccia forte Paolo, custode della palestra di via I maggio, in questo momento di dolore per la scomparsa dell'amata consorte. A lui le più sincere condoglianze da parte di tutta la società.

18 novembre 2016

OTTAVA GIORNATA, DOMANI LA BMR A MILANO (ORE 21)

Trasferta lombarda per la Bmr, impegnata domani alle 21 a Milano. Sul parquet del PalaIseo i bianco-rosso-blu affrontano i padroni di casa dell’Hikkaduwa, squadra che nelle proprie fila annovera un reggiano doc come Andrea Ghiacci, finora però mai impiegato a causa di un infortunio alla spalla destra accusato nell’ultima amichevole precampionato e che lo vedrà rientrare solo nel 2017. La vittoria contro San Vendemiano, arrivata al termine di una dura battaglia, ha rilanciato il team scandianese dopo tre ko di fila, dimostrando la voglia del gruppo di correre coeso verso il proprio obiettivo, la salvezza: con grinta, difesa ed abnegazione questo traguardo non è impossibile, a patto di mantenere sempre sul parquet quell’umiltà necessaria ad ogni neopromossa per scalare le vette che una nuova categoria le pone innanzi.

Fondamentale sarà scendere in campo col piglio giusto, visto che Milano sarà decisa a vendicare i tre ko consecutivi rimediati nelle ultime giornate, l’ultimo a Lecco. Davanti al pubblico amico sono arrivati gli unici due successi dei meneghini in stagione, il 15 ed il 22 ottobre scorsi, al cospetto della già citata San Vendemiano e di Iseo.

L’AVVERSARIO
Detto di “Ice” Ghiacci, ancora ai box, il giocatore più pericoloso nelle fila locali è il play Ferrarese, classe 1987, atleta da 14,4 punti a partita. Sotto i tabelloni svettano i 202 cm di Tortù, classe 1993, che abbina 13,9 punti a 6,6 rimbalzi; accanto a lui l’esperienza di Paleari, classe 1981, che si ferma a 11,7. Completa un pacchetto lunghi fisicamente molto prestante l’altra “torre” Ingrosso, 207 cm, autore di 7,7 punti ad allacciata di scarpe. Trova posto nelle rotazioni il classe 1994 Bartoli, guardia che realizza 8,3 punti, mentre a completare il pacchetto esterni sono Gorla e Restelli. Il cambio del play è il promettente classe 2000 Matteo Laganà, fratello dell’ex Pallacanestro Reggiana Marco.

IL PROGRAMMA DI GIORNATA (8^ di andata)
19/11/2016 20:30 Rucker Sanve San Vendemiano-Rekico Faenza
19/11/2016 21:00 Bakery Piacenza-Agribertocchi Orzinuovi
19/11/2016 21:00 Hikkaduwa Milano-Bmr Basket 2000 Scandiano  
19/11/2016 21:00 Argomm Basket Iseo-GIMAR Basket Lecco
20/11/2016 15:30 Baltur Cento-Accademia Su Stentu Sestu
20/11/2016 18:00 Tramarossa Pall. Vicenza 2012-Pallacanestro Aurora Desio
20/11/2016 18:00 Pallacanestro Crema-Broetto Virtus Padova 
20/11/2016 18:00 CO.MARK Bergamo-Vivigas Alto Sebino


Classifica: Agribertocchi Orzinuovi 12, Baltur Cento 10, CO.MARK Bergamo 10, Bakery Piacenza 10, Pallacanestro Crema 10, Broetto Virtus Padova 8, Rekico Faenza 8, Bmr Basket 2000 Scandiano 8, GIMAR Basket Lecco 8, Tramarossa Pall. Vicenza 2012 6, Aurora Desio 4, Hikkaduwa Milano 4, Rucker Sanve San Vendemiano 4, Vivigas Alto Sebino 4, Accademia Su Stentu Sestu 4, Argomm Basket Iseo 2.

15 novembre 2016

UNDER 14 ELITE: CASALECCHIO-BASKET 2000 69-32

BASKET 2000: Fontanelli 11 (3/16), Farinelli, Delbue 5 (0/4), Cari Gallingani (0/1), Morano 5 (2/8), Martino, Ziliani, Codeluppi 6 (3/9), Dorelli (0/3), Bertani 2 (1/2), Salvo 3 (1/8). All. Iotti.

Arbitri: Francesca Presutti e Salvatore Chiarella di Bologna.

Note. Parziali: 16-9, 33-18, 56-24. Tiri liberi: Casalecchio 4/7, Basket 2000, 12/23.

Novellara-Basket 2000, 69-67. Era dal 10 febbraio che i ragazzi non incassavano una sconfitta nel campionato Fip. Una trasferta nata male e finita....peggio. Federico fuori combattimento causa influenza. A 15 chilometri dall'uscita autostradale di Casalecchio al Ducato Fiat, che trasporta buona parte dei nostri ragazzi, scoppia una gomma. Sostituzione problematica. Comunque, bravo Nicola alla guida e poi Andrea come gommista. Si arriva alle 18,30. La partita dalle 18,45 previste, viene di fatto spostata alle 19.00. I nostri la giocano in modo virtuale, i padroni di casa no. Bravi loro, Scagliarini in particolare. I nostri confondono la reazione con la frustrazione. Passivi per tutti e 40'. Momento di riflessione e duro lavoro in palestra per ripartire ed affrontare col giusto piglio il Cus Parma, domenica prossima alle 11,30 in Viale 1° Maggio. 

13 novembre 2016

DOPO TRE KO, LA BMR TORNA A VINCERE: AL PALAREGNANI CADE SAN VENDEMIANO

BMR BASKET 2000 SCANDIANO-RUCKER SANVE SAN VENDEMIANO 68-62
BASKET 2000 SCANDIANO: Malagutti, Salami, Ferrari ne, Bertolini 6, Farioli 9, Astolfi, Veccia 10, Pugi 20, Germani 14, Chiappelli 9. All. Tinti.
SAN VENDEMIANO: Fazioli 5, Varaschin 2, Rossetto 9, Carlesso 13, Antelli 14, Masocco 7, Pin Dal Pos, Muner 3, Barbon 6, Locci 3. All. Volpato.
Arbitri: Spessot di Gorizia ed Andretta di Udine.
Note: parziali 22-10, 30-25, 50-44. Uscito per falli Carlesso.

Torna la vittoria in casa Bmr: al PalaRegnani i bianco-rosso-blu battono i Rucker San Vendemiano al termine di una vera e propria battaglia, trascinati dai 20 punti di Pugi (cui aggiungere 7 rimbalzi per un 19 di valutazione) e dai 14 di Germani.

A spianare la strada agli uomini di Tinti è un ottimo avvio di gara, che coincide con un 22-6 orchestrato da Pugi e Germani; San Vendemiano replica nella seconda frazione, affidandosi al collettivo, e riuscendo a rientrare fino al -5 con un canestro di Antelli che vale il 30-25 a meno di 2’ dall’intervallo lungo. Squadre negli spogliatoi con la Bmr che tira meglio da 3 (3/13 contro l’1/7 avversario) e precede gli avversari nella valutazione (33-23), mentre sono in sostanziale parità rimbalzi (23-22, di cui ben 8 offensivi dei padroni di casa) e palle perse (4-6).


La ripresa si apre col pari degli ospiti, che impattano a quota 34 con Carlesso, ma Pugi continua a colpire senza pietà il canestro avversario e, con la collaborazione di Veccia, riporta a +9 i padroni di casa (45-36); nel quarto periodo, però, San Vendemiano ritorna in parità con il solito Antelli (54-54), poi è battaglia punto a punto fino alla sirena: sul 60 pari sono due liberi di Pugi ed un canestro di Bertolini a dare il +4 ai padroni di casa, costringendo coach Volpato al time out a 45” dalla fine; in uscita dal minuto di sospensione è Veccia, con 2/2 ai liberi, a far esultare il PalaRegnani, chiudendo una striscia negativa di 3 gare.

12 novembre 2016

BMR, DOMANI SFIDA INTERNA CONTRO SAN VENDEMIANO

Una tappa non decisiva, ma sicuramente importante. La Bmr ritrova il pubblico amico per la sfida interna contro San Vendemiano, diretta rivale per la corsa salvezza, con l’obiettivo di ritrovare una vittoria che le manca da tre settimane. Sì, il temuto trittico con Vicenza, Bergamo e Piacenza ha portato in dote solo sconfitte, ma non tutto è da buttare: in campo, specie con Bergamo, la squadra di Tinti se l’è giocata con tutte le rivali, piegandosi sovente solo nel finale a dimostrazione che – al di là dei roster o di ciò che essi valgono sulla carta – ogni gara è aperta ad ogni pronostico, basta entrare in campo col piglio e la determinazione giusti. Ora, passati gli scontri con alcuni degli “squadroni” del girone, si torna in campo per affrontare una squadra “alla pari”, ma questo non è un difetto degli avversari di giornata, anzi, nasconde molte più insidie: se affrontare una squadra di blasone, infatti, permette di avere la mente più “libera”, giocare una gara dove la vittoria è alla portata genera sicuramente più pressione e “ansia da prestazione”. Una chiave per liberarsene è sicuramente quella dell’intensità difensiva: quando la Bmr è stata in grado di “mettere la museruola” agli attaccanti avversari, non ce n’è stato per nessuno. Anche perché poi, in attacco, il collettivo è sempre (o quasi) stato in grado di far emergere protagonisti giusti al momento opportuno. Da ultimo, il fattore campo: nelle prime apparizioni casalinghe il PalaRegnani ha recitato da sesto uomo in campo, come mai era accaduto in passato. Per conquistare la salvezza serve anche questo fattore, che è tutto fuorchè sottovalutabile. Si gioca domani, palla a due come di consueto alle ore 18.

L’AVVERSARIO
Una squadra in salute. Se la Bmr è reduce da tre ko di fila, i Rucker arrivano in terra reggiana per tenere aperta una striscia di vittorie che dura ormai da due giornate, frutto del blitz sul campo della Virtus Broetto Padova (80-78) seguita dal 77-68 interno contro la Gimar Lecco. L’avvio di stagione, invece, era stato caratterizzato da quattro ko di fila, contro Vicenza (68-57), Alto Sebino (79-72), Milano (73-47) e Cento (84-73), oggi ricordi lontani. Il punto di riferimento, offensivo e non, è il centro Andrea Carlesso, autore di 13,2 punti e 6,1 rimbalzi a partita; sfiorano la doppia cifra gli esterni Francesco Pin Dal Pos ed Edoardo Rossetto, autori di 9,8 punti ciascuno, mentre a 8,8 (con 3,7 assist) si ferma il playmaker Michele Antelli. A dare un buon contributo nello spot di guardia, con 7,8 punti in soli 14’ di impiego, è Cesare Barbon, mentre a completare il pacchetto lunghi sono l’ala grande Andrea Muner (7,5 punti e 4,9 rimbalzi) ed il pivot Andrea Locci (3 punti). Le rotazioni, poi, terminano con Daniele Masocco (3,8 punti) e Filippo Fazioli (3,2).

IL PROGRAMMA DI GIORNATA (7^ di andata)
12/11/2016 20:30 Vivigas Alto Sebino-Bakery Piacenza
12/11/2016 21:00 Pallacanestro Aurora Desio-Pallacanestro Crema 
13/11/2016 15:00 Accademia Su Stentu Sestu-Argomm Basket Iseo 
13/11/2016 18:00 GIMAR Basket Lecco-Hikkaduwa Milano  
13/11/2016 18:00 Rekico Faenza-Tramarossa Pall. Vicenza 2012  
13/11/2016 18:00 Broetto Virtus Padova-CO.MARK Bergamo 
13/11/2016 18:00 Agribertocchi Orzinuovi-Baltur Cento  
13/11/2016 18:00 Bmr Basket 2000 Reggio Emilia-Rucker Sanve San Vendemiano


Classifica: Baltur Cento 10, Agribertocchi Orzinuovi 10, Broetto Virtus Padova 8, Bakery Piacenza 8, CO.MARK Bergamo 8, Pallacanestro Crema 8, Bmr Basket 2000 Scandiano 6, GIMAR Basket Lecco 6, Tramarossa Pall. Vicenza 2012 6, Rekico Faenza 6, Hikkaduwa Milano 4, Rucker Sanve San Vendemiano 4, Vivigas Alto Sebino 4, Pallacanestro Aurora Desio* 2, Accademia Su Stentu Sestu* 2, Argomm Basket Iseo 2  (* una gara in meno).

6 novembre 2016

UNDER 14 ELITE: BASKET 2000-PIACENZA 65-54

BASKET 2000: Fontanelli 20 (5/11), Farinelli, Delbue 8 (4/15), Cari Gallingani, Morano 10 (5/11), Martino, Cilloni, Codeluppi 6 (3/5), Dorelli (0/1), Bertani (0/2), Salvo 15 (7/22), Grisanti 6 (3/3).  All. Iotti.

Arbitro: Gabriele Denti.

Note. Parziali: 11-13, 27-24, 45-36. Tiri liberi: Basket 2000, 11/26-Piacenza, 6/15. Assente Ziliani.

Se l'anima è lo specchio della vita, beh..nello sport, l'allenamento lo è poi della competizione. Detto questo, i 2003 si aggiudicano la gara nonostante una prestazione non all'altezza dei campioni regionali in carica U13. Non tanto per i 43 tiri in azione sbagliati, nemmeno per i 15 liberi mancati, ma per le tantissime palle perse, molte delle quali si sono rivelate un vero e proprio assist  per gli avversari. Comunque arriva la quarta vittoria su altrettanti match disputati. Prossimo appuntamento: martedì 15/11 ore 18,45 a Casalecchio.

Altri risultati: Giocare Insieme-Fortitudo Bo 77-39, Anzola-Cus Parma 30-62, Virtus Bologna-Novellara 96-55, Casalecchio-Psa Modena 93-34, Vignola-Reggiana 41-94.

BMR, A PIACENZA E' FATALE IL SECONDO TEMPO

BAKERY PIACENZA-BMR BASKET 2000 SCANDIANO 80-71
PALL. PIACENTINA: Sanguinetti 17, Soragna 1, Rezzano 3, Guerra, Tempestini 11, Samoggia G. 18, Banti 3, Leonzio 11, Samoggia M. 6, Magrini 10. All. Steffè.
BASKET 2000 SCANDIANO: Malagutti 11, Salami ne, Ferrari ne, Bertolini 6, Farioli 6, Astolfi, Pugi 13, Veccia 10, Germani 10, Chiappelli 15. All. Tinti.
Arbitri: Giancecchi di Rimini e Bonotto di Ravenna.
Note: parziali 18-21, 34-34, 56-50.


La Bmr Scandiano colleziona il terzo ko di fila cadendo a Piacenza contro la Bakery. Nel primo tempo la squadra di Tinti gioca alla pari con i forti avversari, tentando anche la fuga grazie ad un ispirato Chiappelli (10 punti con 12 di valutazione alla pausa di metà gara). Dall’altra parte, con l’ex nazionale Soragna che deve lasciare anzitempo la contesa a causa di un infortunio, si mette in luce Giuliano Samoggia (12 punti con 5/5 dal campo al 30’, 18 alla fine), che tiene i suoi in scia. Nella ripresa Piacenza fa male agli ospiti dalla lunga distanza, con le “bombe” di Sanguinetti e Magrini”, ma la Bmr resta a galla e chiude il terzo periodo a -6; nell’ultimo quarto gli scandianesi scivolano a -14 e non riescono più a rientrare. Prossimo appuntamento domenica 13 novembre alle 18 in casa contro San Vendemiano.

4 novembre 2016

SERIE B, SI CHIUDE UN TRITTICO DI FUOCO: DOMANI ALLE 21 TRASFERTA A PIACENZA CONTRO LA BAKERY

Si chiude a Piacenza un trittico molto impegnativo per la Bmr Scandiano. Archiviate senza scorie le sconfitte contro Vicenza e Bergamo, la squadra di Tinti affronta il derby emiliano contro la Bakery, con l’obiettivo di ritrovare la vittoria al cospetto di un avversario comunque molto qualificato, come dimostra la presenza nel roster di un big della pallacanestro nazionale come Matteo Soragna, che finora si è comunque accontentato delle briciole (2,2 punti in 14’ di impiego). 

La Bmr arriva alla sfida di domani (palla a due ore 21) con l’amaro in bocca per la sconfitta interna con Bergamo, arrivata al termine di una gara non adatta ai deboli di cuore e risolta solo al supplementare. Al di là di qualche chiamata arbitrale non esattamente “casalinga”, c’è comunque orgoglio per aver messo alle corde una delle favorite per la vittoria finale. A Piacenza occorrerà ripetere la prova, coraggiosa e senza remore, di sei giorni fa, anche perché di fronte ci sarà un avversario arrabbiato per l’ultimo ko. In chiave infermeria dovrebbe recuperare Pugi, che aveva subito un colpo al polpaccio proprio con Bergamo, mentre è in dubbio Bertolini per un problema alla spalla.

L’AVVERSARIO
Piacenza ha esordito in stagione con un duplice successo di fila, prima in casa con Desio (83-65) e poi a Vicenza (67-64). Il primo ko è arrivato a domicilio con Bergamo (57-72), seguito da un pronto riscatto a Crema (80-72); nell’ultimo turno, invece, il secondo ko stagionale, rimediato a Lecco (68-79).


Il miglior realizzatore della formazione di coach Steffè è Massimo Rezzano, ala/centro da 15 punti e 7 rimbalzi per gara; a completare un pacchetto lunghi d’altissimo livello c’è Diego Banti: il classe 1983, con lunghi trascorsi in Legadue, viaggia a 10 punti e 3,8 rimbalzi di media. Nel reparto esterni, invece, spiccano Giacomo Sanguinetti, play/guardia da 13,2 punti e 3,8 assist ad allacciata di scarpe, e la guardia Ennio Leonzio, che si ferma a 9,2; da non sottovalutare l’apporto di Mattia Magrini (8,4 punti e 2,8 assist), che nel 2011 fu capitano della nazionale Under 18 bronzo agli Europei di categoria in Polonia. Completano le rotazioni il play Tommaso Tempestini (5,2) ed i due Samoggia, il classe 1990 Matteo (4,6) ed il classe 1983 Giuliano (3,2).

1 novembre 2016

stagione 2016/2017 aumentano impegni e incombenze








Diceva un vecchio detto per fare le cose bene o farle male ci si impiega lo stesso tempo ed e' per questo che e' giusto anzi doveroso fare l'attivita' nel miglior modo possibile dando le massime chances ai ragazzi di crescere al meglio sia come persone che come atleti. Sara' questa una stagione che mettera' a durissima prova atleti ma sopratutto allenatori e dirigenti per impegni che tutti ci siamo presi (genitori compresi) e che intendiamo portare a termine con la consapevolezza di avere dato tutti il massimo.Tralasciando la prima squadra che partecipa al campionato nazionale di serie B (potete ben immaginare con quali incombenze) il settore giovanile parte dalla squadra Under 20 eccellenza (era gia' qualche anno che la ns Società non vi partecipava) per proseguire con gli Under 18 elite'.A seguire gli Under 16 regionali e gli Under 15 e 14 elite',
gli Under 13 elite' e poi tutto il settore Minibasket con una squadra Esordienti FIP, due formazioni Aquilotti, due formazioni Scoiattoli e per finire i Pulcini (anni 2009-2010-2011).Passando ai tornei CSI annoveriamo una formazione Juniores,due Under 12,una under 10.under 8
Un grande ringraziamento a tutti gli sponsor che ci sostengono e che ci sosterranno ed anche...speriamo ai nuovi che arriveranno  grazie all'interessamento dei tanti genitori di Basket Jolly ai quali  non ci stancheremo mai di chiedere una partecipazione diretta a questa attivita' (gli atleti aumentano e i dirigenti diminuiscono). Purtroppo oggi la quota sociale e' solo un contributo e non basta a contenere i costi in costante aumento di uno sport per noi fra i piu' belli e completi in assoluto.

30 ottobre 2016

PRIMO STOP AL PALAREGNANI: BERGAMO SI IMPONE ALL'OVERTIME

BMR BASKET 2000 SCANDIANO-CO.MARK BERGAMO 75-81 dts
BASKET 2000 SCANDIANO: Malagutti 17, Salami ne, Ferrari ne, Bertolini 4, Farioli 9, Astolfi, Veccia 4, Pugi 14, Germani 9, Chiappelli 18. All. Tinti.
BASKET BERGAMO 2014: Berti 9, Panni 19, Milani 15, Ghersetti 24, Chiarello 2, Pullazi 6, Bedini, Squeo, Planezio 3, Oliva ne. All. Ciocca.
Arbitri: Giovannetti e De Bernardi di Torino.
Note: parziali 25-17, 42-31, 49-47, 68-68.

Primo stop interno stagionale per la Bmr, che conduce 30’ prima di lasciare spazio a Bergamo, rimontare e portare la contesa al supplementare, dove però gli ospiti hanno la meglio.

La squadra di Tinti allunga nel finale di primo quarto, trascinata da Chiappelli (10 punti, 4/4 al tiro, 2 rimbalzi e 2 recuperi nei primi 10’) toccando il +9 sul 23-14; i padroni di casa spingono sull’acceleratore anche all’inizio del secondo periodo, arrivando fino al 39-22 grazie ad una tripla di Malagutti: Bergamo, però, si affida a Ghersetti e risale fino al -8, salvo poi andare negli spogliatoi con 11 lunghezze da recuperare per merito di Germani, che a 16” dalla sirena di metà gara scocca la bomba del 42-31. Gli ospiti si avvicinano ulteriormente ad inizio ripresa, toccando due volte il -5, ma venendo ricacciati indietro in entrambe le occasioni da Pugi; Ghersetti, però, è scatenato e con uno show in solitaria costringe la panchina della Bmr al timeout sul 49-46, viatico al 49-47 del 30’. Nell’ultima frazione Bergamo allunga e la Bmr sembra dover alzare bandiera bianca sul -7 (54-61) seguito ad un fallo tecnico avverso; gli uomini di Tinti, però, non si perdono d’animo ed una tripla di Malagutti li riporta avanti a meno di 2’ dal termine (64-63).  Pugi firma il 66-63 con una conclusione nell’area pitturata, poi Milani fa 1/2 dalla lunetta ma Bergamo conquista il rimbalzo in attacco, colpendo da tre con Panni (66-67). Bertolini, fermo finora a 2 punti, trova la conclusione del 68-67 che illude la Bmr, poi Ghersetti firma la parità allo scadere facendo 1/2 ai liberi.

Nel supplementare Bergamo va subito avanti e non si fa più riprendere, chiudendo la contesa sul 75-81.

Prossimo appuntamento sabato prossimo alle 21 a Piacenza, ospiti della Bakery. 

29 ottobre 2016

UNDER 14 ELITE: PSA MODENA-BASKET 2000 39-98

BASKET 2000: Fontanelli 8 (4/7), Farinelli 4 (2/7), Delbue 15 (7/12), Cari Gallingani 4 (2/2), Morano 14 (6/12), Martino, Salvo 17 (8/18), Ziliani 2 (1/2), Bertani 4 (2/6), Codeluppi 17 (5/11), Dorelli 3 (1/8), Grisanti 10 (5/7). All. Iotti. Assistente: Casoni.

Arbitro: Stefano Dottore di Carpi (Mo).

Note. Parziali: 8-33, 14-56, 27-78. Tiri liberi: Modena 1/8, Basket 2000, 10/27.

Basta un buon primo quarto ai reggiani per non aver più patemi di risultato ed aggiudicarsi così la terza partita su altrettante disputate. Ancora una volta si deve parlare di un hurrà frutto del collettivo, dove tutti i ragazzi hanno messo più di un piede in campo. Non Rocco, fermo per problemi fisici, non Gabriele (ancora out) comunque in panchina insieme ai suoi compagni. Ritorna il problema, annoso, sui tiri liberi. Queste partite servono anche per fare esperienza. Quindi, quando l'aspetto tecnico o fisico passa in secondo piano, e la bagarre, creata non casualmente da altri, tende a prendere il sopravvento, sul parquet occorre usare la testa per non farsi trascinare ad un livello che non ci compete. Sfrenati individualismi, gli uno contro tutti, si sono rivelati veri boomerang che hanno penalizzato prima il team, poi le voci statistiche (palle perse-percentuali al tiro) di chi ha "violentato" la palla a spicchi.

RIPARTI, BMR! DOMANI ALLE 18 ARRIVA BERGAMO.

Parola d’ordine ripartire. La sconfitta di Vicenza, la prima stagionale per la Bmr Scandiano, deve servire da lezione per il proseguo: ogni gara, in questo campionato, è una guerra ed una matricola che lotta per la salvezza deve scendere in campo in tutte le occasioni con l’elmetto e la baionetta, preparata e pronta per dare battaglia. Niente drammi, sia chiaro: i sei punti in classifica sono un bottino sicuramente non trascurabile, ma non è bene cullarsi troppo sugli allori, anche perché Bergamo – rivale di giornata – non sarà uno scoglio agevole e lo stesso dicasi per Piacenza, cui Bertolini e compagni renderanno visita il prossimo week end. Il PalaRegnani ha finora visto sempre vittoriosa la squadra di coach Tinti in stagione, sia con la Rekico Faenza che alla terza di campionato la Vivigas Alto Sebino, ma attenzione: la Co.Mark, rivale di giornata, è stata corsara in entrambe le trasferte finora disputate, imponendosi sia all’esordio contro Iseo che nella sfida sul campo della già citata Piacenza. Fondamentale, come sempre, l’approccio difensivo: non è un caso che con gli 81 punti subiti una settimana fa sia arrivato il primo stop del torneo, mentre concedendo le briciole agli attacchi avversari (52 punti di media nelle prime tre giornate) i risultati siano stati ben diversi.

L’AVVERSARIO
Reduce da due vittorie consecutive, l’ultima con un sofferto 66-63 in casa con Lecco, la Co.Mark Bergamo vanta un organico sicuramente di livello. Il terminale offensivo più pericoloso dei giallo-neri lombardi, allenati da coach Cesare Ciocca, è il 201 cm Mario Josè Ghersetti, che ai 21,3 punti di media abbina ben 7,5 rimbalzi, numeri che ne fanno uno dei giocatori più prolifici del girone. In cabina di regia, invece, spicca Alessandro Panni: per il classe 1991, oltre ai 10 punti di media, la bellezza di 4,5 assist. Completano il reparto piccoli la guardia Tommaso Milani (9,8 punti) e l’altro playmaker Simone Berti (8,8), oltre al baby Ferdi Bedini, classe 1999; lo spot di ala piccola è occupato da Marco Planezio (7), mentre sotto le plance – oltre al già citato Ghersetti – svettano i 203 cm di Rei Pullazi (7,8), centro classe 1993, oltre ai 207 di Michele Squeo ed ai 205 di Paolo Chiarello, che con i suoi 38 anni è il veterano del gruppo.

IL PROGRAMMA DI GIORNATA (5^ di andata)
29/10/2016 21:00 Argomm Basket Iseo-Tramarossa Pall. Vicenza 2012
30/10/2016 16:30 Accademia Su Stentu Sestu-Pallacanestro Crema  
30/10/2016 18:00 Rekico Faenza-Pallacanestro Aurora Desio
30/10/2016 18:00 Bmr Basket 2000 Scandiano-CO.MARK Bergamo
30/10/2016 18:00 GIMAR Basket Lecco-Bakery Piacenza
30/10/2016 18:00 Broetto Virtus Padova-Rucker Sanve San Vendemiano 
30/10/2016 18:00 Baltur Cento-Hikkaduwa Milano
30/10/2016 18:00 Agribertocchi Orzinuovi-Vivigas Alto Sebino

Classifica:
Broetto Virtus Padova 8, Bmr Basket 2000 Scandiano 6, Bakery Piacenza 6, Baltur Cento 6, CO.MARK Bergamo 6, Agribertocchi Orzinuovi 6, Hikkaduwa Milano 4, Pallacanestro Crema 4, GIMAR Basket Lecco 4, Rekico Faenza 4, Tramarossa Pall. Vicenza 2012 4, Vivigas Alto Sebino 4, Pallacanestro Aurora Desio* 0, Accademia Su Stentu Sestu* 0, Argomm Basket Iseo 0, Rucker Sanve San Vendemiano 0. (*1 gara in meno)

23 ottobre 2016

BMR, NIENTE DA FARE A VICENZA: E' IL PRIMO STOP STAGIONALE

TRAMAROSSA VICENZA 2012-BMR BASKET 2000 SCANDIANO 81-71
VICENZA 2012: Boaro 8, Vai 21, Demartini 11, Montanari 4, Oboe ne, Rizzetto 5, Ianes 6, Elio ne, Campiello U. 12, Campiello A. 14. All. Orlando.
BASKET 2000 SCANDIANO: Malagutti 14, Salami ne, Ferrari ne, Bertolini 3, Farioli 10, Astolfi, Veccia 8, Pugi 16, Germani 4, Chiappelli 16. All. Tinti.
Arbitri: De Biasi di Udine e Pellicani di Gorizia.
Note: parziali 20-23, 43-35, 65-54. Uscito per falli Ianes.


Primo stop stagionale per la Bmr Basket 2000 Scandiano, che cade a Vicenza contro la Tramarossa.  Sono i padroni di casa a partire meglio, andando sull’11-5; la reazione ospite è affidata a Pugi, che firma il 15-23 del 7’ e costringe il coach veneto Orlando a chiamare time out. I padroni di casa si riavvicinano a cavallo tra primo e secondo periodo, trovando in Vai il principale terminale offensivo delle loro azioni, ed è Demartini e firmare il nuovo vantaggio interno sul 26-25 (12’); nella seconda frazione è Vicenza a comandare le danze, con la Bmr che fatica a trovare la via del canestro, e ad andare negli spogliatoi sul +8 in suo favore. La ripresa si apre con Scandiano determinata a rientrare in partita ed il parziale di 0-7 firmato Veccia, Pugi e Chiappelli sembra dare speranza agli ospiti, che risalgono sul 45-42; i padroni di casa, però, non subiscono il contraccolpo e toccano il +10 sul 55-45 (25’) con un canestro di Demartini. Nel finale della terza frazione è una bomba di Malagutti a tenere a galla gli uomini di Tinti, che vanno all’ultimo intervallo con 11 lunghezze da recuperare. Nel quarto periodo non si segna nei primi 3’, poi Veccia trova la bomba del -8, cui replica prontamente Vai, facendo scorrere anticipatamente i titoli di coda al match nonostante i tentativi di Pugi di riportare in scia i suoi. Prossimo appuntamento domenica 30 ottobre alle 18 contro Bergamo. 

UNDER 14 ELITE: BASKET 2000-ANZOLA 83-41

BASKET 2000: Fontanelli 18 (8/11), Dorelli 2 (1/4), Farinelli 2 (0/2), Delbue 17 (6/10), Cari Gallingani 2 (1/4), Morano 13 (5/10), Martino, Salvo 18 (9/23), Ziliani, Codeluppi 6 (3/6), Grisanti 5 (1/9), Bertani (0/1). All. Iotti.

Arbitro: Massimo Morini.

Note. Parziali: 18-6, 37-17, 63-27. Tiri liberi: Basket 2000, 15/24-Anzola, 7/13.

Un inizio da 15-2 (Marco 9), frutto di una difesa assai tosta, agevola un'altra larga vittoria dei 2003. Molto bene Davide in campo aperto, al solito positivo Matteo su ambedue i lati del campo, mentre Vittorio esce alla distanza con 10 dei suoi 18 punti segnati nell'ultima frazione. Deciso miglioramento, rispetto a Novellara, dalla linea della carità. Insomma, altra brillante prestazione corale, dove tutti  i ragazzi hanno avuto modo di dire la loro giocando.

Prossima gara, sabato 29/10 in casa del Psa Modena.

Altri risultati: Casalecchio-Reggiana 73-83, Virtus Bo-Fortitudo Bo 116-68, Vignola-Cus Parma 40-62, Giocare Insieme-Piacenza 116-42.

22 ottobre 2016

BMR, TRASFERTA DOMENICALE A VICENZA (ore 18)

La prima tappa di un trittico importante vede la Bmr Basket 2000 Scandiano fare visita nel pomeriggio di domani (ore 18) all’ostica Tramarossa Vicenza. Dopo le tre vittorie consecutive che hanno aperto nel migliore dei modi la stagione, la matricola di coach Tinti viaggia alla volta del Veneto per affrontare una squadra tosta, che fa del fattore campo sicuramente un’arma in più. In casa Bmr, invece, ha ripreso ad allenarsi col gruppo Malagutti, mentre Bertolini è rientrato nelle ultime ore da un impegno di lavoro e sarà regolarmente della partita. Un fattore importante sarà sicuramente l’approccio difensivo: Scandiano, finora, è sempre riuscita a tenere gli avversari a percentuali molto basse, fermando il principale cannoniere altrui. E anche chi, in attacco, non ha vissuto giornate di vena straordinaria, ha sempre saputo rendersi utile col lavoro sporco nella propria metà campo. L’obiettivo è continuare sulla strada intrapresa, ben consci che il trittico sopra citato (Vicenza, Bergamo e Piacenza) vedrà la squadra di fronte a formazioni d’alto rango.

L’AVVERSARIO
Una vittoria e due sconfitte il bilancio della Tramarossa Vicenza, che dopo aver vinto sul campo del San Vendemiano all’esordio (57-68) è caduta in casa con la Bakery Piacenza (64-67) e, nell’ultimo turno, sul campo della Gimar Lecco (75-60). Il miglior realizzatore della formazione di coach Sandro Orlando è il play/guardia Daniele De Martini, classe 1984 ex Cento, che realizza 15,3 punti ad allacciata di scarpe; ai margini della doppia cifra ci sono Andrea Campiello (9,7), lungo di due metri classe 1987, e Federico Vai (9), guardia classe 1995 prelevata dalla Fortitudo Agrigento. Sotto i tabelloni non manca l’esperienza di Luca Ianes (6), classe 1980, che è il miglior rimbalzista dei suoi con 8 palloni strappati agli avversari, che divide il ruolo di centro con Umberto Cristello (5,7); altri elementi importanti per il roster sono le ali Francesco Rizzetto (8,7) e Pietro Montanari (7,7), oltre al play classe 1992 Nicola Boaro (2).


16 ottobre 2016

E TRE! LA BMR BATTE LA VIVIGAS ALTO SEBINO E CENTRA IL TRIS

BMR BASKET 2000 SCANDIANO-VIVIGAS ALTO SEBINO 65-48
BASKET 2000 SCANDIANO: Malagutti, Salami 2, Ferrari, Bertolini 7, Farioli 5, Astolfi 3, Veccia 15, Pugi 11, Germani 18, Chiapelli 4. All. Tinti.
ALTO SEBINO: Centanni 8, Coltro, Manfrini ne, Permon 3, Pilotti 9, Belloni 13, Bergamin 3, Stanzani 2, Borghetti 2, Esposito 8. All. Giubertoni.
Arbitri: Massafra di Firenze e Fabbri di Livorno.
Note: parziali 17-12, 25-19, 38-32.


Terza vittoria consecutiva per la Bmr Basket 2000 Scandiano, che sfrutta al meglio il turno casalingo per imporsi sulla Vivigas Alto Sebino. In una gara dal punteggio basso, la formazione di coach Tinti concede ai bresciani solo l’iniziale vantaggio (0-3 con bomba di Bergamin), prima di condurre le danze per tutto l’incontro fatto salvo il 19-19 del 17’. Continua ad essere la difesa l’arma principale degli scandianesi, che tengono gli avversari sotto quota 50, mentre in attacco si mettono in mostra Germani (9/12 da due, 17 di valutazione e 20 di plus/minus) e Veccia, in doppia cifra al pari di Pugi, quest’ultimo autore di una doppia doppia grazie ai 10 rimbalzi catturati. La Bmr, dopo un primo tempo equilibrato, prova l’allungo nel terzo periodo, quando tocca per due volte il +10; nella frazione conclusiva è Veccia a ritoccare più volte il massimo vantaggio, toccando prima il +12 (52-40 al 35’) e poi il +13 (54-41 al 36’), prima dell’allungo conclusivo. Prossimo impegno domenica 23 alle 18 a Vicenza.